sabato 11 luglio 2009

"Un giorno senza sorriso è un giorno perso"

La frase di Chaplin è di una bellezza commovente.
Il raggiungimento della felicità dovrebbe essere lo scopo della nostra vita, ma spesso, anche se può sembrare banale dirlo, ce ne dimentichiamo e facciamo di tutto per renderci la vita impossibile, mentre bisognerebbe, rientra nei miei buoni propositi della primavera, amarla sempre come diceva Madre Teresa di Calcutta, anche quando non ci da quello che potrebbe, quando si è forti ma anche quando si è deboli.

"Amala non soltanto per i grandi piaceri
e le enormi soddisfazioni;
amala anche per le piccolissime gioie..."

Se non avete mai letto una poesia di Madre Teresa è arrivato il momento (indipendentemente che siate credenti o no, non ha nessuna importanza), sono semplici, struggenti e vere e ti fanno comprendere la preziosità della vita che non deve e non può andare sprecata.
Usatele come una cura: quando pensate che tutto vada male, che le ansie e le preoccupazioni che avete sul lavoro vi stiano sconvolgendo la vita e vi sembra di non trovare via di uscita, di non farcela, leggetene una...
Provate poi mi fate sapere...


Il giorno più bello? Oggi
L'ostacolo più grande? La paura
La cosa più facile? Sbagliarsi
L'errore più grande Rinunciare
La radice di tutti i mali? L'egoismo
La distrazione migliore? Il lavoro
La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento
I migliori professionisti? I bambini
Il primo bisogno? Comunicare
La felicità più grande? Essere utili agli altri
Il mistero più grande? La morte
Il difetto peggiore? Il malumore
La persona più pericolosa? Quella che mente
Il sentimento più brutto? Il rancore
Il regalo più bello? Il perdono
Quello indispensabile? La famiglia
La rotta migliore? La via giusta
La sensazione più piacevole? La pace interiore
L'accoglienza migliore? Il sorriso
La miglior medicina? L'ottimismo
La soddisfazione più grande? Il dovere compiuto
La forza più grande? La fede
La cosa più bella del mondo? L'amore.

2 commenti:

Lady Pauline ha detto...

Sprecato non direi...è pur sempre un giorno che hai vissuto...certo forse nel modo più sbagliato...ne vivo spesso di questi giorni, ringrazio il cielo che ho conosciuto gente fantastica qui..e me ne regalano sempre uno.....

L'importante è che poi quel giorno sia seguito da uno sorridente...e vedrai che lo dimenticherai :)

Scintilla ha detto...

Ma anche un secondo senza sorriso è un secondo perso...
Quando sei nel turbine della rabbia non ti passa nemmeno per la testa di sorridere e invece.. se ti fermi un secondo e cerchi dentro di te l'energia per un vero sorriso... nonostante la rabbia ti senti subito meglio...
Il sorriso è un'espressione di Vitalità e come tale deve essere sempre con noi...

E Madre Teresa in poche parole riesce a dire tutto...
un saluto.