martedì 1 febbraio 2011

Quoi? L'éternité..

Se spazio e tempo, come i Saggi dicono,
son cose che mai potranno essere,
il sole che non cede al mutamento
non è per nulla superiore a noi.
Così perchè, Amore, dovremmo sperare
di vivere un secolo intero?
La farfalla che vive un solo giorno
è già vissuta per l'eternità.

I fiori che ti diedi allorché la rugiada
tremolava sul tralcio rampicante,
prima che l'ape volasse a suggere
la rosellina di macchia erano già appassiti.
Così affrettiamoci a coglierne ancora
senza tristezza se poi languiranno;
i nostri giorni d'amore sono pochi:
facciamo almeno che siano divini.


T. S. Eliot - A Lyric

L. Afremov - Anticipation of happiness



If Time and Space, as Sages say, /Are things wich cannot be, /The sun which does not feel decay, /No greater is than we. /So why, Love, should we ever pray /To live a century? /The butterfly that lives a day /Has lived eternity.

The flowers I gave thee when the dew /Was trembling on the vine, /Were withered ere the wild bee flew /To suck the eglantine. /So let us haste to pluck anew /Nor mourn to see them pine, /And though our days of love be few /Yet let them be divine.